20 – 21 Aprile ” Pashkët Arbëreshenë Sicili – La Pasqua Albanese in Sicilia ” ( Tour Guidato )

Immagine-224


Sabato 20 Aprile
In mattinata incontro dei partecipanti presso il Punto Touring di Catania in Via Pola, sistemazione sul bus e partenza alla volta di Alia per visitare le Grotte della Gurfa, un vero e proprio monumento di architettura rupestre che si estende all’interno di un lungo sperone roccioso, rossastro e bucherellato da tante aperture disposte su due livelli. Raggiunto lo spiazzo antistante le “grotte”, delimitato a valle da una piccola casa rurale, due aperture a livello del terreno immettono in due ambienti diversi per dimensioni e molto probabilmente anche per origine. Un’affascinante enigma tutto da scoprire. Pranzo in ristorante . Nel pomeriggio trasferimento a Cefalà Diana  e visita delle Terme arabe. Un edificio a pianta rettangolare, meticolosamente conservato e cintato da muri in pietra irregolare con una fascia in tufo, racchiude, ma sarebbe forse più corretto dire “nasconde”, le terme. Si tratta probabilmente del più antico esempio in Europa di costruzione destinata allo sfruttamento delle acque a scopo curativo. All’interno dell’edificio, un’unica grande sala accoglie una grande vasca originariamente suddivisa da muretti in tre vasche minori, su due differenti livelli. Nelle spesse mura interne, si notano delle nicchie, utilizzate forse per riporre i vestiti dei bagnanti o, forse, come stufe per la sudorazione.Al termine trasferimento a Palermo in hotel, cena libera e pernottamento.

 

 

Domenica 21 Aprile
Prima colazione in hotel, incontro con la guida e partenza alla volta di Piana degli Albanesi per assistere alla processione e alla funzione liturgica. I riti pasquali sono molto suggestivi. Chiaro è il forte legame con l’antica appartenenza all’etnia e alla tradizione albanese, perpetuata anche nella vita di tutti i giorni, nei rituali religiosi e nella lingua. Qui da più di 500 anni si conservano gelosamente le peculiarità etniche, linguistiche, culturali e religiose d’origine. Gli abitanti di Piana degli Albanesi, grazie alla loro tenacia e alle proprie istituzioni culturali e religiose, nel corso dei secoli hanno mantenuto inalterata la propria identità e le proprie radici culturali quali gli usi , tradizioni, costumi e lingua. La Domenica di Pasqua, viene esposto ai fedeli un santo velo, un reliquiario ricamato e viene portata in processione un’icona secondo l’uso bizantino. Suggestivo è l’inno della Resurrezione, cantato ripetutamente durante l’Officio dell’Aurora (órthros), dell’innografo bizantino Giovanni Damasceno. Segue la liturgia di S. Giovanni Crisostomo, officiata dai Concelebranti avvolti nei preziosi paramenti sacri. Il solenne Pontificale si conclude con un folto corteo di donne vestite con i caratteristici costumi albanesi del ’400, che, dopo aver partecipato ai sacri e solenni riti, sfila per il Corso Kastriota raggiungendo la piazza principale. Al termine del corteo, in un tripudio di canti e colori, viene impartita dai papàs la benedizione (bekimi) seguita dalla distribuzione delle uova rosse (vetëtëkuqe), simbolo della rinascita.Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio rientro a Catania

 

 

 


        N.B. Il programma potrebbe subire delle variazioni fermo restando il contenuto delle visite

 

                                                   MINIMO 15 PARTECIPANTI



Quota di partecipazione                              €   269,00 SOCI           ( € 279,00  Non Soci )

Supplemento singola                                 €     35,00

 

La quota comprende
Trasporto in bus GT,Sistemazione in hotel 4Stellein camere doppie,Trattamento come da programma,Servizio guida, Assicurazione Medico bagaglio,Accompagnatore.
La quota non comprende
Tassa di soggiorno, Ingressi a monumenti e Mostre, le mance e gli extra in genere e quant’altro non esplicitamente indicato alla voce “la quota comprende”.

 

FOTO TRATTA DA http://notizie.comuni-italiani.it/foto/39091