23 – 27 Gennaio 2019 ” Veneto. Tra storia e arte ” (Tour Guidato)

city

Mercoledì 23 Gennaio       Catania / Treviso                 

In mattinata incontro dei partecipanti presso l’aeroporto di Catania dove ci sarà il ritrovo con l’accompagnatore, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo  per Treviso. Pranzo veloce in aeroporto. Trasferimento con bus privato verso il Castello di Roncade, uno degli esempi più interessanti, nel Nord Italia, dell’architettura rinascimentale. Inoltre, è l’unica villa pre-palladiana cinta da mura medievali sovrastate da maestosi merli.  Il maniero fu donato nel 900 da Ottone II ai Conti di Collalto e successivamente  distrutto per mano di Cangrande della Scala. Fu Girolamo Giustiniani, patrizio veneto, ad attuarne nel XVI secolo la ricostruzione, sulla traccia del precedente edificio.
Al termine della visita trasferimento verso Mestre, sistemazione nelle camere riservate in hotel, cena e pernottamento.

Giovedì 24 Gennaio
                        Padova / Abbazia di Praglia        

Prima colazione in hotel e trasferimento a Padova,  nata per mano di Antenore, principe troiano nell’anno 1185 a.C., una tradizione che fa di Padova una delle più antiche città della penisola, e la più antica del Veneto.  Accompagnati da una guida inizieremo la visita della città dal centro storico con la Basilica del Santo (interni), riconosciuto dalla Santa Sede come Santuario internazionale, è anche uno dei più celebri e frequentati luoghi di culto della cristianità. Il tempio fu iniziato nel 1232 a onore di s. Antonio di Padova e fu compiuto nella sua parte principale sul finire del 1200. Passeggeremo per le sue piazze medievali per giungere al Palazzo della Ragione (esterni), uno dei più grandi ambienti coperti d’Italia che non ha uguali nell’architettura civile italiana. Ricco di una semplice e severa nobiltà e di una popolana grandezza, il Palazzo della Ragione sorse al centro di un articolato complesso di edifici comunali tra i quali il Palazzo degli Anziani e l’antico Palazzo del Consiglio, ancora in parte esistenti, che si vennero edificando a partire dalla fine del XII secolo. Caffè Pedrocchi, nel 1816 Antonio Pedrocchi, figlio di un caffettiere bergamasco, commissiona al noto architetto veneziano Giuseppe Jappelli l’ampliamento del piccolo caffè ereditato dal padre. Il nuovo stabilimento, che doveva essere il Caffè “più bello della terra”, fu inaugurato nel 1831 e poi affiancato, nel 1836, dal Pedrocchino, elegante costruzione neogotica riservata alla pasticceria. Pranzo libero.
Nel pomeriggio trasferimento e visita dell’Abbazia di Praglia, sorta ai piedi dei colli Euganei, fondata negli anni tra l’XI e il XII secolo. Solo con gli inizi del XIV secolo la comunità di Praglia, consolidatasi e radicatasi più stabilmente nell’ambiente padovano, si rese del tutto autonoma eleggendo un Abate preso tra le file dei propri monaci. L’attuale complesso abbaziale si deve alla grande opera di ricostruzione effettuata tra la seconda metà del XV e la prima metà del XVI secolo.La vastità dell’edificio (ca 13.000 mq di superficie coperta), l’armonica razionalità ed equilibrio dei quattro chiostri che ne articolano lo spazio, lo stile architettonico in cui si integrano felicemente il tardo gotico e l’incipiente rinascimento, fanno dell’abbazia di Praglia un notevole monumento d’arte. Al termine rientro in hotel a Mestre, cena e pernottamento.

Venerdì 25 Gennaio                   Chioggia / Este 

Prima colazione in hotel e trasferimento a Chioggia, il più grande centro urbano della Laguna dopo Venezia. La sua originale struttura urbana, centrata sugli assi rettilinei e paralleli del canale della Vena e di corso del Popolo, è frutto della ricostruzione seguita alla guerra tra Venezia e Genova. Il Duomo, del XI secolo ma ricostruito dopo un incendio nel 1623. Nel grandioso interno, monumentale pulpito marmoreo di Bartolomeo Cavalieri e la Cappella dei Ss. Felice e Fortunato, i patroni locali, il cui martirio è illustrato da artisti diversi in un ciclo di tele. Passeggeremo per Corso del Popolo, porticato sul lato di ponente, assunse l’attuale importanza prospettica tra ‘600 e ‘700 quando vi si orientarono le fronti di vari palazzi, tra cui il Palazzo Comunale e la Chiesa della SS. Trinità. Giungeremo sul canale della Vena, caratteristico per i ponti che lo scavalcano e i mercatini quotidiani di pesce, frutta e verdura. Pranzo libero.
Nel pomeriggio trasferimento a Este, luogo d’origine intorno al Mille della celebre famiglia, gli Este, che vi s’insediò e da qui mosse per grandi fortune. Conserva i resti del possente castello, eretto tra il 1338 ed il 1339 da Ubertino da Carrara, circondato da una cinta lunga 1.000 metri, abbellita da 12 torri. Passeggeremo attraverso i giardini per ammirare le mura, fino alla piazza centrale abbellita da palazzi veneziani. Visiteremo il Duomo, dedicato a S.Tecla, nel quale si trova un capolavoro dell’arte: una grande tela (attualmente in restauro) realizzata da Gian Battista Tiepolo “ Santa Tecla intercede per la cessazione della peste “ . Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Sabato 26 Gennaio             Venezia

Prima colazione in hotel e visita della città di Venezia, dal 1987 annoverata con la Laguna trai Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco.
Inizieremo la nostra visita guidata da Piazza San Marco, un immenso trapezio definito da una quinta di edifici porticati e dal fondale della basilica. La piazza è un irripetibile ambiente urbano e superba sintesi di un millennio di storia e cultura della città. Visiteremo la Basilica di San Marco, fondata nel IX secolo come cappella dogale, luogo della consacrazione dei dogi e fulcro della vita religiosa e pubblica della città; meravigliosi sono gli interni con mosaici a fondo oro, composti per esaltare la Chiesa di Cristo. Il battistero, realizzato nel trecento, opsita tombe di dogi e la lastra tombale di Jacopo Sansovino. Dietro l’altare maggiore troviamo la Pala d’Oro, preziosissimo lavoro di oreficeria bizantino e veneziano, luccicante di smalti e di gemme, con scene evangeliche e della vita di San Marco. Pranzo libero.
Nel pomeriggio passeggeremo per le caratteristiche calli e campi fino a giungere al celebre Ponte di Rialto che costituisce una sorta di caso nella storia dell’edilizia cittadina perché per costruirlo, in luogo del precedente in legno, la Repubblica bandì agli inizi del ‘500 un concorso cui parteciparono i più insigni architetti dell’epoca. Avremo modo di ammirare il Palazzo Ducale, che fu il cuore dello stato Veneziano, residenza dei dogi e sede degli organi di governo e delle magistrature collegiali, con aule di consiglio, tribunali, uffici, armerie, ma anche gli ambienti adibiti a carcere. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

Domenica 27 Gennaio       Treviso / Catania
Prima colazione in hotel e partenza alla volta di Treviso, una deliziosa città d’acqua colta ed elegante, definita dal giro delle mura, dal corso del Sile e dai canali. Inizieremo la nostra passeggiata da Piazza dei Signori, storico centro di governo comunale e luogo privilegiato d’incontro. Qui spiccano il Palazzo dei Trecento, edificato intorno al 1210, sede delle assemblee comunali e delle magistrature cittadine. Loggia dei Cavalieri, sotto i cui archi in laterizio si riuniva nel Medioevo l’aristocrazia trevigiana in una sorta di esclusivo “club” ante litteram. Visiteremo il Duomo, fondato tra  il XI e XII secolo sulle fondamenta di un tempio paleocristiano. All’interno si apre la Cappella dell’Annunziata, progettata da Tullio e Antonio Lombardo nel 1518 dove potremo ammirare l’Adorazione dei pastori e la Pala di S.Lorenzo e l’Assunzione della Vergine. Chiesa di San Francesco, costruita poco dopo il 1230, che fu durante il Medioevo un prestigioso pantheon cittadino. Qui vi riposano membri della famiglia Da Camino e la figlia di Francesco Petrarca e troveremo il sepolcro di Pietro Alighieri, figlio di Dante. Pranzo libero.
Nel primo pomeriggio ci recheremo a Casa dei Carraresi per visitare la Mostra “ Da Tiziano a Van Dick. Il volto del 500 “ . La mostra attinge integralmente a una delle maggiori collezioni private del Veneto, quella creata già a partire dal secondo dopoguerra da Giuseppe Alessandra. I dipinti qui selezionati propongono un affascinante percorso che dal Rinascimento giunge al Manierismo fino a lambire i confini del Barocco. La suddivisione delle opere mira a mettere in risalto l’evoluzione della pittura veneta a partire dalla tradizione belliniana e dalla rivoluzione giorgionesca, per illustrare la maniera delle grandi botteghe rinascimentali e manieriste, come quelle di Tiziano e dei Bassano, fino ad arrivare alle nuove espressioni seicentesche. Al termine trasferimento in aeroporto, disbrigo delle formalità d’imbarco e partenza con volo per Catania.

     N.B. Il programma potrebbe subire delle variazioni fermo restando il contenuto delle visite

                                         MINIMO 15 PARTECIPANTI


Quota di partecipazione
                      €      579,00  SOCI  (599,00 NON SOCI )    

Assicurazione Medico Bagaglio                €       12,00
Quota Gestione Pratica                         €       15,00
Tasse Aeroportuali                               €       70,00
Supplemento singola                             €        90,00

La quota comprende: Volo diretto da Catania a/r, Bagaglio a mano,Trasporto in bus, Sistemazione in hotel 4*  in camere doppie con prima colazione, Pasti come da programma, Servizio guida, Accompagnatore Tci da Catania
La quota non comprende: Tassa di soggiorno, Ingressi a monumenti e Mostre, le mance e gli extra in genere e quant’altro non esplicitamente indicato alla voce “la quota comprende”, Pasti non indicati.