6-7 Gennaio: Il presepe vivente a Valderice ( Visita guidata)

Venerdi 06 Gennaio               CATANIA / SEGESTA/VALDERICE

In mattinata incontro dei partecipanti presso il Punto Touring di Catania in Via Pola, sistemazione sul bus e partenza alla volta del parco archeologico di Segesta. Pranzo in ristorante.  Nel pomeriggio visita  dei due monumenti principali dell’area archeologicasono il tempio dorico e il teatro. Il percorso comincia con il tempio e prosegue lungo la porta di valle e il sistema fortificato di porta di valle. È possibile poi ammirare la terrazza superiore dell’agorà e la chiesa del ‘400, l’area fortificata medievale, il castello, la moschea e appunto il meraviglioso teatro ancora in parte perfettamente conservato. La visita si conclude con i resti dell’abitato rupestre, la cinta muraria superiore e il santuario di contrada Mango.Il tempio dorico e il santuario di contrada Mango sono situati al di fuori delle cinte murarie, lungo le antiche vie d’accesso alla città. Fuori dalle mura è stata individuata anche una necropoli ellenistica. A seguire trasferimento a Valderice , per la visita del presepe vivente, una rappresentazione spettacolare che vedrà l’impiego di circa ottanta figuranti in costumi d’epoca, lungo un percorso illuminato da fiaccole che si sviluppa per ottocento metri immersi nello splendido scenario del Parco Urbano di Misericordia. Originalità, impostazione tematica sempre diversa negli anni, cura scenografica e dei dettagli, grande impegno di tantissimi volontari, sono gli elementi che hanno permesso, nel tempo, la realizzazione di questo evento di grande suggestione e bellezza, che intreccia arte e fede, cultura, spettacolo e impegno sociale. Oltre al tema, ciò che rende diverso ogni anno l’allestimento del presepe sono anche le scene bibliche. Un percorso, un vero cammino spirituale, della durata di mezz’ora e che sarà allietato dal tipico assaggio di una gustosa “zuppa” e dal tradizionale dolce tipico siciliano del Natale la “sfincia”.
Il successo di questa rappresentazione, dovuto all’unicità dei quadri rappresentati, concede ai visitatori un affascinante percorso da visitare nel periodo natalizio. Al termine rientro in hotel a Trapani, cena e pernottamento.

Sabato 07 Gennaio                 TRAPANI /CATANIA
Prima colazione in hotel e visita guidata del centro storico della città. Il centro è un susseguirsi di strade e vicoli lastricati in cui si affacciano chiese ed eleganti palazzi barocchi. L’attrazione più significativa della città è la Chiesa delle anime del Purgatorio, al suo interno si trovano i celebri Misteri di Trapani, delle statue lignee a grandezza naturale che rappresentano scene della Passione ispirate da episodi citati nei sacri testi o nei vangeli apocrifi , un’attrazione che non va saltata è la Cattedrale di San Lorenzo dalla sontuosa facciata in stile barocco le cui origini risalgono all’epoca normanna. Un altro dei più bei luoghi da visitare a Trapani è la Chiesa del Collegio è una delle maggiori espressioni del Barocco siciliano nella città di Trapani, oltre ad essere uno dei suoi principali edifici religiosi, in quanto largamente frequentata dai suoi fedeli. La Chiesa del Collegio dei Gesuiti ospita il culto verso l’Immacolata Concezione, con numerose opere d’arte all’ interno che la raffigurano egregiamente. Si prosegue con una passeggiata lungo le Mura di Tramontana, le antiche mura perimetrali della città durante la dominazione spagnola, di cui resta circa un chilometro: da Piazza Mercato del Pesce al Bastione Conca. Pranzo in ristorante ,al termine rientro a Catania.

N.B. Il programma potrebbe subire delle variazioni fermo restando il contenuto delle visite

MINIMO 15 PARTECIPANTI

Quota di partecipazione € 359,00

Supplemento singola € 25,00

La quota comprende
Trasporto in bus ,accompagnatore da Catania,  guida, sistemazione in hotel 4 Stelle in camere doppie, trattamento di pensione completa come da programma


La quota non comprende
Tassa di soggiorno, Ingressi a monumenti e Musei, le mance e gli extra in genere e quant’altro non esplicitamente indicato alla voce “la quota comprende”.